ACCEDI INIZIA ORA

Bollo in Fattura Elettronica

BOLLO IN FATTURA ELETTRONICA: QUANDO E COME PAGARLO

IMPOSTA BOLLO (1)

LA MARCA DA BOLLO IN FATTURA ELETTRONICA:

Le fatture elettroniche devono contenere una marca da bollo virtuale da 2€  per operazioni esenti, non imponibili , escluse o fuori campo IVA, se di importo superiore ad euro 77,47.

QUANDO VERSARE L’IMPORTO DELLE MARCHE DA BOLLO VIRTUALI UTILIZZATE:

Il Decreto Liquidità approvato ad inizio pandemia da COVID 19 ha stabilito nuove regole per verificare quando versare l’imposta di bollo. Il pagamento può essere effettuato, senza sanzioni ed interessi:

  • per l’imposta di bollo sulle fatture elettroniche del primo trimestre dell’anno fiscale, entro la scadenza del secondo semestre se l’importo dovuto è inferiore a 250 euro;
  • se l’importo dovuto per il primo e secondo trimestre è complessivamente inferiore a 250 euro, entro la scadenza prevista per il bollo sulle fatture elettroniche del terzo trimestre, ovvero entro il 20 ottobre.
  • In ogni caso va versato il tributo dell’ultimo trimestre dell’anno entro il 20 gennaio.

CODICE TRIBUTO PER VERSAMENTO IMPOSTA DI BOLLO:

L’importo dei bolli utilizzati va versato con modello F24 utilizzando i seguenti codici tributi, come previsto dall’ art. 6 DMEF 17 giugno 2014 a seconda delle scadenze:

  • 2521: Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – primo trimestre;
  • 2522: Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – secondo trimestre;
  • 2523: Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – terzo trimestre;
  • 2524: Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – quarto trimestre;
  • 2525: Imposta di bollo sulle fatture elettroniche  – SANZIONI;
  • 2526: Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – INTERESSI.

Perchè scegliere un commercialista online?

Il commercialista online è un professionista che ha saputo sfruttare innovative tecnologie digitali per offrire un servizio su tutto il territorio nazionale e superare le barriere dello studio tradizionale.

Un commercialista online opera esclusivamente su internet e svolge ovviamente tutti i compiti di un commercialista classico, con degli enormi vantaggi per il cliente. Il servizio:

  • è più comodo – non dovrai recarti dal consulente ma potrai contattarlo ovunque ti trovi via chat, telefono o video-call.
  •  la qualità del servizio è migliore perché l’utilizzo di avanzate tecnologie ti permette di avere una dashboard in grado di monitorare l’andamento della tua attività in tempo reale e di ricevere assistenza in qualsiasi momento.
  • ha un prezzo più competitivo – infatti l’utilizzo della tecnologia permette al commercialista online di avere costi più bassi nei servizi offerti e di conseguenza può garantire ai propri clienti un costo molto più competitivo di un commercialista offline

 

Fidocommercialista con la sua piattaforma innovativa e un team di consulenti ed esperti contabili permette ai propri clienti di far risparmiare tempo e denaro garantendo un’elevatissima qualità del servizio offerto.

I servizi offerti sono da Fidocommercialista sono:

  • Consulente fiscale dedicato con cui interagire durante la giornata ponendogli qualsiasi quesito in materia fiscale.
  • Gestione economica e finanziaria grazie alla nostra dashboard con indici aggiornati in tempo reale in grado di monitorare l’andamento della propria attività e controllare scadenze di incassi e pagamenti in qualsiasi momento.
  • Software di fatturazione, se non hai un software di fatturazione te lo diamo noi compreso nel prezzo, se invece già utilizzi un software di fatturazione e non intendi cambiarlo ci integriamo facilmente con il tuo.
  • Archiviazione documentale, uno spazio online su cui poter mettere tutti i documenti inerenti la propria attività professionale.

Ti potrebbero interessare anche

FidoNews

Che contributi previdenziali pagano le imprese artigiane iscritte in Camera di Commercio?

Contributi INPS gestione artigiani – quanto e come si deve pagare?

Luca Primieri

19/Ottobre/21

FidoNews

Che contributi previdenziali pagano le imprese iscritte in Camera di Commercio non artigiane?

Contributi INPS gestione commercianti – quanto e come devo pagare?

Luca Primieri

19/Ottobre/21

FidoNews

Società Benefit

Le Società Benefit (SB) possono richiedere entro il 31/12/2021 il riconoscimento di un contributo sotto forma di credito d’imposta nella misura del 50% dei costi di costituzione o trasformazione in società benefit.

Luca Primieri

22/Settembre/21

Start Up Innovativa

Covid: utilizzo del green pass nei luoghi di lavoro

Dal 15 ottobre 2021 i lavoratori devono avere il green pass per accedere nei luoghi di lavoro

Giuseppe Bordoni

21/Settembre/21

FidoNews

Esonero contributi previdenziali per il 2021

Con gli ultimi provvedimenti attuativi è possibile presentare telematicamente la domanda di esonero parziale per l’anno 2021 dal versamento dei contributi previdenziali dovuti dai lavoratori autonomi e dai liberi professionisti

Giacomo Bucaccio

26/Agosto/21

FidoNews

Regime forfettario: aliquota al 5% per i primi 5 anni

In quali casi il contribuente in regime forfettario può beneficiare dell’aliquota ridotta al 5%?

Giacomo Bucaccio

16/Luglio/21

Commercianti

Dichiarazione dei redditi Lavoratore Autonomo in Forfettario

Quando e quanto dovrà pagare un lavoratore autonomo? Cosa aspettarsi dalla dichiarazione dei redditi senza ricevere brutte sorprese?

Giacomo Bucaccio

08/Luglio/21

FidoNews

LA PUBBLICITA' E LE SPONSORIZZAZIONI NELLE A.S.D.

Pubblicità e sponsorizzazioni nelle associazioni sportive dilettantistiche

Fabio Vincitorio

02/Luglio/21

FidoNews

Ditta in regime forfettario con redditività al 78%

Quante imposte e contributi deve pagare una ditta individuale in regime forfettario con redditività al 78%? Come calcolare il reddito imponibile previdenziale e fiscale?

Giacomo Bucaccio

02/Luglio/21

Commercianti