ACCEDI INIZIA ORA

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO – DECRETO RILANCIO

REQUISITI ED IMPORTO DEL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PREVISTO NEL DECRETO RILANCIO EROGATO DALL’AGENZIA DELLE ENTRATE

contributo fp pronto

Al fine di compensare i gravi effetti provocati dall’emergenza sanitaria da COVID 19, il Decreto Rilancio ha previsto all’art. 25 un contributo a fondo perduto, erogato dall’Agenzia delle Entrate e destinato ai soggetti colpiti dalla crisi epidemiologica.

Con la Circolare n. 15/E del 13 Giugno 2020, l’Agenzia delle Entrate ha provveduto a a fornire chiarimenti ai fini della fruizione di tale contributo.

REQUISITI

Possono ottenere il bonus a fondo perduto i contributi che nel 2019 hanno conseguito un ammontare di ricavi e compensi non superiori a 5 milioni di euro.

Il contributo spetta inoltre ai soggetti che abbiano uno dei tre requisiti riportati di seguito:

  • Ammontare del fatturato e dei corrispettivi di aprile 2020 inferiore ai due terzi dell’ammontare di aprile 2019
  • Avere iniziato l’attività dopo il 31 dicembre 2018 (e non oltre il 30 aprile 2020)
  • Avere domicilio fiscale o sede operativa nei Comuni colpiti da eventi calamitosi, i cui stati di emergenza erano già in atto al 31 gennaio 2020

IMPORTO

L’ammontare del contributo si determina applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare del fatturato (o corrispettivi) del mese di aprile 2020 con l’ammontare di aprile 2019. In particolare:

  • 20% se i ricavi o compensi sono stati minori a € 400.000
  • 15% se i ricavi sono stati compresi tra € 400.000 ed € 1.000.000
  • 10% se i ricavi sono stati compresi a € 1.000.000 ed € 5.000.000

Nel caso in cui il beneficiario avesse diritto ad un contributo che, in base ai calcoli esposti sopra fosse inferiore al minimo o pari a zero per mancanza di dati da confrontare nell’anno precedente, è stato previsto un importo non inferiore ad € 1.000 per le persone fisiche ed a € 2.000 per i soggetti diversi dalla persone fisiche.

SOGGETTI BENEFICIARI

  • Imprenditori individuali, S.N.C. e S.a.S.
  • Contribuenti forfettari
  • Soggetti che producono reddito agrario (sia su base catastale e sia per redditi di impresa)
  • S.p.A., S.R.L, S.A.p.A.
  • Stabili organizzazioni di soggetti non residenti che esercitano in via prevalente o esclusiva una attività in regime di impresa (compresi enti del Terzo Settore ed enti religiosi riconosciuti civilmente)
  • Lavoratori autonomi e associazioni professionali
  • Imprese esercenti attività agricola/commerciale (anche in forma di cooperativa)
  • Società tra professionisti (StP) indipendentemente dal fatto che i soci ricadano nei soggetti esclusi dal contributo

SOGGETTI ESCLUSI

  • Organi e amministrazioni dello Stato
  • Intermediari finanziari
  • Contribuenti che producono redditi diversi da quelli di impresa o agrario (ad es. collaborazioni occasionali)
  • Professionisti iscritti alla gestione separata INPS od a specifici enti di diritto privato di previdenza obbligatoria
  • Lavoratori dello spettacolo
  • Lavoratori dipendenti

Ti potrebbero interessare anche

FidoNews

Che contributi previdenziali pagano le imprese artigiane iscritte in Camera di Commercio?

Contributi INPS gestione artigiani – quanto e come si deve pagare?

Luca Primieri

19/Ottobre/21

FidoNews

Che contributi previdenziali pagano le imprese iscritte in Camera di Commercio non artigiane?

Contributi INPS gestione commercianti – quanto e come devo pagare?

Luca Primieri

19/Ottobre/21

FidoNews

Società Benefit

Le Società Benefit (SB) possono richiedere entro il 31/12/2021 il riconoscimento di un contributo sotto forma di credito d’imposta nella misura del 50% dei costi di costituzione o trasformazione in società benefit.

Luca Primieri

22/Settembre/21

Start Up Innovativa

Covid: utilizzo del green pass nei luoghi di lavoro

Dal 15 ottobre 2021 i lavoratori devono avere il green pass per accedere nei luoghi di lavoro

Giuseppe Bordoni

21/Settembre/21

FidoNews

Esonero contributi previdenziali per il 2021

Con gli ultimi provvedimenti attuativi è possibile presentare telematicamente la domanda di esonero parziale per l’anno 2021 dal versamento dei contributi previdenziali dovuti dai lavoratori autonomi e dai liberi professionisti

Giacomo Bucaccio

26/Agosto/21

FidoNews

Regime forfettario: aliquota al 5% per i primi 5 anni

In quali casi il contribuente in regime forfettario può beneficiare dell’aliquota ridotta al 5%?

Giacomo Bucaccio

16/Luglio/21

Commercianti

Dichiarazione dei redditi Lavoratore Autonomo in Forfettario

Quando e quanto dovrà pagare un lavoratore autonomo? Cosa aspettarsi dalla dichiarazione dei redditi senza ricevere brutte sorprese?

Giacomo Bucaccio

08/Luglio/21

FidoNews

LA PUBBLICITA' E LE SPONSORIZZAZIONI NELLE A.S.D.

Pubblicità e sponsorizzazioni nelle associazioni sportive dilettantistiche

Fabio Vincitorio

02/Luglio/21

FidoNews

Ditta in regime forfettario con redditività al 78%

Quante imposte e contributi deve pagare una ditta individuale in regime forfettario con redditività al 78%? Come calcolare il reddito imponibile previdenziale e fiscale?

Giacomo Bucaccio

02/Luglio/21

Commercianti