ACCEDI INIZIA ORA

ACCONTI AL 30 NOVEMBRE 2020 – COME FARE

COME GESTIRE GLI ACCONTI DEL 30 NOVEMBRE 2020

PROROGHE ACCONTI COVID (1)

Quest’anno quantificare il versamento degli acconti è particolarmente complesso a causa del calo degli utili e delle proroghe introdotte a causa dell’emergenza COVID

Se gli acconti in scadenza il 30 novembre 2020 non saranno pagati malgrado non si rientri in nessun caso di sospensione, la sanzione applicabile è il 3,75% dell’imposta dovuta oltre agli interessi legali dello 0,1%  a condizione che  il versamento venga  effettuato entro la presentazione della dichiarazione dei redditi (30 novembre 2021) .

Per fare un esempio se non vengono pagate imposte per euro 1.000 la sanzione applicata sarà di euro 37,6.

Si consiglia di pagare i contributi INPS in quanto sono deducibili dal reddito, sono soggetti a sanzioni sensibilmente più alte delle imposte e non hanno nessun tipo di proroga

Si fa presente che il versamento del secondo acconto può essere ridotto se si prevede che gli utili e quindi le imposte dovute nell’anno 2020 si ridurranno in misura tale che il primo acconto versato sia sufficiente per il pagamento delle imposte dovute per l’intero anno 2020

Proroghe Acconti Covid 19

Inoltre si fa presente che le seguenti categorie di imprese possono posticipare il versamento dell’acconto dal 30 novembre 2020 al 30 aprile 2021:

Proroga condizionata al calo del fatturato per i soggetti con tutte le seguenti caratteristiche:

  • Imprese con ricavi inferiori a euro 5.164.569
  • esercenti un’attività d’impresa o di lavoro autonomo per la quale è stato approvato il relativo Isa (quasi la totalità delle imprese), a prescindere dall’applicazione o meno dell’Isa stesso. Quindi, devono intendersi compresi nel differimento i contribuenti minimi e forfettari, nonché quelli che dichiarano una causa di esclusione dagli Isa
  • Aver subito una riduzione del fatturato e dei corrispettivi del primo semestre 2020 di almeno il 33% rispetto al fatturato e ai corrispettivi del primo semestre 2019.

La sospensione del versamento riguarda altresì i soci delle società di persone e delle società di capitali che attribuiscono l’utile ai soci ai fini del pagamento delle imposte

Proroga non condizionata al calo del fatturato per i soggetti con tutte le seguenti caratteristiche:

  • Imprese con Isa approvati (quasi la totalità delle imprese) che esercitano una delle attività indicate nell’allegato 1 del Dl 149/2020  e nell’allegato 2  del medesimo decreto
  • Hanno il domicilio fiscale o la sede operativa in una Regione in zona rossa

Proroga non condizionata al calo del fatturato per i soggetti con tutte  le  seguenti caratteristiche:

  • Imprese esercenti l’attività di ristorazione in una Regione in zona arancione.


Per ulteriori informazioni sul nostro servizio

Ti potrebbero interessare anche

FidoNews

Che contributi previdenziali pagano le imprese artigiane iscritte in Camera di Commercio?

Contributi INPS gestione artigiani – quanto e come si deve pagare?

Luca Primieri

19/Ottobre/21

FidoNews

Che contributi previdenziali pagano le imprese iscritte in Camera di Commercio non artigiane?

Contributi INPS gestione commercianti – quanto e come devo pagare?

Luca Primieri

19/Ottobre/21

FidoNews

Società Benefit

Le Società Benefit (SB) possono richiedere entro il 31/12/2021 il riconoscimento di un contributo sotto forma di credito d’imposta nella misura del 50% dei costi di costituzione o trasformazione in società benefit.

Luca Primieri

22/Settembre/21

Start Up Innovativa

Covid: utilizzo del green pass nei luoghi di lavoro

Dal 15 ottobre 2021 i lavoratori devono avere il green pass per accedere nei luoghi di lavoro

Giuseppe Bordoni

21/Settembre/21

FidoNews

Esonero contributi previdenziali per il 2021

Con gli ultimi provvedimenti attuativi è possibile presentare telematicamente la domanda di esonero parziale per l’anno 2021 dal versamento dei contributi previdenziali dovuti dai lavoratori autonomi e dai liberi professionisti

Giacomo Bucaccio

26/Agosto/21

FidoNews

Regime forfettario: aliquota al 5% per i primi 5 anni

In quali casi il contribuente in regime forfettario può beneficiare dell’aliquota ridotta al 5%?

Giacomo Bucaccio

16/Luglio/21

Commercianti

Dichiarazione dei redditi Lavoratore Autonomo in Forfettario

Quando e quanto dovrà pagare un lavoratore autonomo? Cosa aspettarsi dalla dichiarazione dei redditi senza ricevere brutte sorprese?

Giacomo Bucaccio

08/Luglio/21

FidoNews

LA PUBBLICITA' E LE SPONSORIZZAZIONI NELLE A.S.D.

Pubblicità e sponsorizzazioni nelle associazioni sportive dilettantistiche

Fabio Vincitorio

02/Luglio/21

FidoNews

Ditta in regime forfettario con redditività al 78%

Quante imposte e contributi deve pagare una ditta individuale in regime forfettario con redditività al 78%? Come calcolare il reddito imponibile previdenziale e fiscale?

Giacomo Bucaccio

02/Luglio/21

Commercianti