ACCEDI INIZIA ORA

Guida all’apertura della Partita IVA

L’apertura della partita IVA è la prima cosa da fare se si vuole iniziare una attività in proprio.

Guida alla apertura della PIVA

Introduzione

L’apertura della partita IVA è la prima cosa da fare se si vuole iniziare una attività in proprio.

Cosa si deve fare per aprire la partita IVA?

La partita IVA può essere aperta presso l’Agenzia delle Entrate personalmente  o tramite un commercialista.

È preferibile aprirla avvalendosi di un commercialista in quanto è molto importante la consulenza iniziale necessaria per scegliere la tipologia di attività ed il regime fiscale più conveniente.

Le cose da sapere quando si apre la partita IVA

Nel momento in cui si apre la partita IVA  bisogna comunicare le seguenti informazioni:

  1. Denominazione, che è il nome con cui i clienti ti conosceranno
  2. Luogo in cui si esercita l’attività se l’attività viene esercitata in uno specifico locale
  3. La tipologia di attività che si vuole esercitare. Può essere anche più di una ed in questo caso va scelta la principale ovvero quella che genererà il maggior fatturato. È importante valutarla con il commercialista perché il codice attività si ripercuote sulla gestione fiscale della tua attività.
  4. Il regime fiscale che può essere forfettario, semplificato o ordinario. È importante valutarlo con il commercialista per scegliere il regime fiscale più conveniente.
  5. Comunicare se si eseguiranno operazioni intracomunitarie (acquisti o vendite verso paesi dell’Unione europea).
  6. Prendere la PEC se ci si iscrive al Registro Imprese.

La comunicazione di inizio attività entro quando va inviata alla Agenzia delle Entrate?

La comunicazione alla Agenzia delle Entrate va inviata entro 30 giorni dall’inizio dell’attività.

Ti potrebbero interessare anche

FidoNews

Che contributi previdenziali pagano le imprese artigiane iscritte in Camera di Commercio?

Contributi INPS gestione artigiani – quanto e come si deve pagare?

Luca Primieri

19/Ottobre/21

FidoNews

Che contributi previdenziali pagano le imprese iscritte in Camera di Commercio non artigiane?

Contributi INPS gestione commercianti – quanto e come devo pagare?

Luca Primieri

19/Ottobre/21

FidoNews

Società Benefit

Le Società Benefit (SB) possono richiedere entro il 31/12/2021 il riconoscimento di un contributo sotto forma di credito d’imposta nella misura del 50% dei costi di costituzione o trasformazione in società benefit.

Luca Primieri

22/Settembre/21

Start Up Innovativa

Covid: utilizzo del green pass nei luoghi di lavoro

Dal 15 ottobre 2021 i lavoratori devono avere il green pass per accedere nei luoghi di lavoro

Giuseppe Bordoni

21/Settembre/21

FidoNews

Esonero contributi previdenziali per il 2021

Con gli ultimi provvedimenti attuativi è possibile presentare telematicamente la domanda di esonero parziale per l’anno 2021 dal versamento dei contributi previdenziali dovuti dai lavoratori autonomi e dai liberi professionisti

Giacomo Bucaccio

26/Agosto/21

FidoNews

Regime forfettario: aliquota al 5% per i primi 5 anni

In quali casi il contribuente in regime forfettario può beneficiare dell’aliquota ridotta al 5%?

Giacomo Bucaccio

16/Luglio/21

Commercianti

Dichiarazione dei redditi Lavoratore Autonomo in Forfettario

Quando e quanto dovrà pagare un lavoratore autonomo? Cosa aspettarsi dalla dichiarazione dei redditi senza ricevere brutte sorprese?

Giacomo Bucaccio

08/Luglio/21

FidoNews

LA PUBBLICITA' E LE SPONSORIZZAZIONI NELLE A.S.D.

Pubblicità e sponsorizzazioni nelle associazioni sportive dilettantistiche

Fabio Vincitorio

02/Luglio/21

FidoNews

Ditta in regime forfettario con redditività al 78%

Quante imposte e contributi deve pagare una ditta individuale in regime forfettario con redditività al 78%? Come calcolare il reddito imponibile previdenziale e fiscale?

Giacomo Bucaccio

02/Luglio/21

Commercianti