Pubblicato il 18 Gen 2022

Indennità erogata dall’INPS per i lavoratori dipendenti che hanno perso il lavoro

La NASpI (Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego) 
è un’indennità di sostegno del reddito concessa a quei lavoratori che hanno perso involontariamente la loro occupazione.

Viene pagata mensilmente ed è rivolta a tutti i lavoratori subordinati, compresi gli apprendisti e i soci di cooperativa (sono esclusi i lavoratori delle pubbliche amministrazioni con contratti di lavoro a tempo indeterminato e gli operai agricoli)

Condizioni per avere diritto alla NASpI

Le condizioni congiunte per avere diritto alla NASpI sono le seguenti:

  • Stato di disoccupazione: Il lavoratore deve essere nello stato di disoccupazione ed aver perso il lavoro per cause indipendenti dal lavoratore. Non è possibile richiedere la NASpI se il lavoratore si è licenziato.
  • Avere Contributi versati: Il lavoratore deve aver versato, tramite il proprio datore di lavoro, almeno 13 settimane di contribuzione contro la disoccupazione nei 4 anni precedenti l’inizio del periodo di disoccupazione.
  • Periodo minimo di lavoro: Il lavoratore deve avere almeno trenta giornate di lavoro effettivo, a prescindere dal minimale contributivo, nei dodici mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione.

Vi sono delle eccezioni ai requisiti sopra indicati:

  • Maternità: La lavoratrice dipendente può richiedere la NASpI durante il periodo di maternità.
  • Dimissioni per giusta causa: quando si sia verificata una causa che non consente la prosecuzione, nemmeno provvisoria, del rapporto di lavoro. A titolo esemplificativo il non pagamento delle retribuzioni da parte del datore di lavoro.
  • Risoluzione consesuale:  quando la risoluzione sia intervenuta nell’ambito della procedura conciliativa presso la Direzione Territoriale del Lavoro. Oppure nell’ipotesi di licenziamento con accettazione dell’offerta di conciliazione proposta dal datore di lavoro entro i termini di impugnazione stragiudiziale del licenziamento.
  • Rifiuto del lavoratore al proprio trasferimento ad altra sede della stessa azienda: il lavoratore che rifiuta il trasferimento se la distanza della nuova sede è distante più di 50 km dalla residenza del lavoratore o se la sede è raggiungibile mediamente in 80 minuti con mezzi di trasporto pubblici Messaggio INPS n. 369 del 26/01/2018

Il Ministero del Lavoro attraverso la Circolare 34 del 2015 ha chiarito che la condizione di “non occupazione” è riferita a chi non svolge attività lavorativa, in forma subordinata, parasubordinata o autonoma, ma anche coloro che, pur svolgendo un’attività lavorativa, ne ricavino un reddito annuo inferiore al reddito minimo escluso da imposizione fiscale:

  • per il lavoro subordinato o parasubordinato 8.000 euro;
  • per il lavoro autonomo (anche autonomo occasionale) 4.800 euro.

Il disoccupato con altri redditi è tenuto a:
informare l’INPS entro un mese dall’inizio dell’attività attraverso il modello NASpI-COM;
informare l’INPS entro un mese dalla domanda di NASpI se l’attività era preesistente, dichiarando il reddito annuo che prevede di trarre da tale attività.

Come si calcola la NASpI

Per calcolare l’importo dell’indennità di disoccupazione spettante il consulente previdenziale deve acquisire dall’INPS l’ estratto conto previdenziale del lavoratore per sommare tutte le retribuzioni imponibili ai fini previdenziali, ricevute negli ultimi 4 anni, e dividere il risultato per il numero di settimane di contribuzione, infine il quoziente ottenuto deve essere moltiplicato per il coefficiente 4,33.

Se dal risultato di tale calcolo la retribuzione mensile è pari o inferiore al minimale mensile fissato dall’INPS annualmente di 1.227,55 euro (importo aggiornato al 2021), l’importo della NASPI è pari al 75% della suddetta retribuzione. Se è oltre a tale soglia, viene aggiunto al 75% un importo pari al 25% del differenziale tra la retribuzione mensile e il predetto importo. In ogni caso, l’importo massimo dell’indennità non può superare i 1.335,40 euro al mese del (importo aggiornato al 2021). Da considerare, inoltre, che a partire dal 91° giorno questo importo si riduce del 3% al mese. Circolare INPS numero 7 del 21/01/2021

Quanto dura la NASpI

La durata della disoccupazione varia in base alla storia contributiva di ogni soggetto: è corrisposta per un numero di settimane pari alla metà delle settimane di contribuzione degli ultimi quattro anni, fino ad un massimo di 24 mesi.

Una eccezione alla durata è la NASpI in periodo di Covid che in base ai vari decreti (Cura Italia, Rilancio, Ristori ecc.) è stata allungata di qualche mese.

Per i lavoratori stagionali è prevista la cosiddetta Naspi stagionali. Per loro è prevista la disoccupazione per un periodo leggermente maggiorato. Questo è per far fronte alle problematiche relative a questi tipi di lavoro.

NASpI anticipata

E’ possibile percepire la NASpI e intraprendere una nuova attività di lavoro autonomo, oppure percepire la NASpI anche se al momento della perdita involontaria del lavoro subordinato si stava già svolgendo un’altra attività di lavoro autonomo; a condizione però di non perdere lo stato di disoccupato di cui sopra.

Il percettore potrà richiedere la NASpI anticipata ovvero la liquidazione della intera indennità di disoccupazione o della parte rimanente in un’unica rata:

  • a titolo di incentivo per nuova attività: quindi per l’avvio di un’attività lavorativa autonoma o di impresa individuale; oppure per la sottoscrizione di una quota di capitale sociale di una cooperativa.
  • nel caso di dipendente con partita iva, quindi per lo sviluppo di una attività preesistente: cioè chi aveva partita iva e lavoro dipendente contemporaneamente prima di richiedere la NASpI potrà richiedere il pagamento della prestazione in un’unica soluzione per sviluppare a tempo pieno l’attività autonoma.

In ogni caso si interrompe la ricezione del sussidio mensile, in quanto lo stesso viene erogato in un’unica rata.

La convivenza fra partita iva e disoccupazione è molto complicata ed è facile perdere il diritto all’indennità a causa di un errore formale. Se non si è sicuri di quello che si sta facendo è bene rivolgersi al consulente previdenziale.

Cosa deve fare il lavoratore per ottenere la NASpI

I lavoratori aventi diritto devono, a pena di decadenza, presentare apposita domanda entro il termine di decadenza di 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro.

Articoli correlati

VIES

Iscrizione VIES: Soggetti Obbligati - Guida 2022

Cosa è il VIES? VIES viene utilizzato come acronimo…

POS obbligatorio - Sanzioni dal 30 giugno 2022

POS obbligatorio. Come evitare le sanzioni? Cosa cambia per…

Consulente di immagine. Codice ateco 96.09.09

Consulente di immagine – Introduzione Il consulente di immagine è quella…
artista partita iva

Artista - Partita Iva Guida 2022

Quante imposte e contributi deve pagare un artista con…
E' POSSIBILE VENDERE SU SHOPIFY SENZA PARTITA IVA?

Vendere su Shopify senza Partita Iva - Guida 2022

E' possibile vendere su Shopify senza Partita Iva? Come…

Fatture e Corrispettivi - Guida al portale dell'Agenzia delle Entrate [2022]

Cos’è il portale Fatture e Corrispettivi dell’Agenzia delle Entrate?…

Obbligo fattura elettronica forfettario - 1 luglio 2022

Obbligo forfettari fatturazione elettronica forfettario – 1 luglio 2022…
vendere su amazon con partita iva

Vendere su Amazon senza Partita Iva ? - Ateco 47.91.10

E’ possibile vendere su Amazon senza partita iva? Purtroppo…
riforma terzo settore

Riforma terzo settore ets - guida completa aps , odv , associazioni di volontariato 2022

  Riforma terzo settore- ets Il d.Lgs, n. 117/2017 (def) ha…

Prestazione Occasionale - Le novità dal 2022

Quando l’attività di impresa o di lavoro autonomo è…
Servizio perfetto, sempre disponibili, precisi ed esaustivi. Al contrario degli altri commercialisti online loro sono veri commercialisti e non consulenti. Super consigliato!
Adem Hoxha
Fido commercialista è un servizio veramente incredibile e lo consiglio vivamente a tutti. I prezzi sono in linea con la normalità e il servizio è veramente ottimo: intanto hai una piattaforma che ti permette di gestire al meglio tutta la contabilità e si guadagna in salute mentale. Il servizio di fatturazione elettronica è incluso e anche la firma digitale. Il professionista che ci è stato assegnato (Nicola Primieri) è estremamente preparato e sempre disponibile e gentile a seguire le nostre esigenze e/o a risolvere eventuali dubbi.
Melissa D'Ambrosio
Ho avuto modo di provare alcuni servizi di FidoCommercialista, e sono rimasto particolarmente soddisfatto. Pur essendo la contabilità gestita online, si viene affidati a un Commercialista e ci si trova a parlare sempre con lo stesso professionista (fattore che ritengo importantissimo)...
Massimiliano De Stefani
Un'equipe di ottimi professionisti, gentili, pazienti, preparati e sempre pronti a fornire consigli e risposte. Servizio impeccabile di consulenza immediata. Non avrete bisogno di ricordarvi le scadenze fiscali, ci pensano loro e se non hanno un riscontro immediato dal cliente, insistono finché questo non esegue il suo compito. Sempre e comunque al suo fianco per ogni necessità.
Lorella Mantino
Fidocommercialista è un servizio davvero utile ed estremamente efficace. Posso sempre contare sul supporto di un team di commercialisti preparati e disponibili che segnalano criticità ed opportunità in maniera tempestiva. In più ho un commercialista del team assegnato a me a cui posso sempre rivolgermi per qualsiasi problematica ed è velocemente raggiungibile da remoto via mail o organizzando un incontro in videoconferenza.
verdinelli Francesco Verdinelli
Grazie a FidoCommercialista non dobbiamo più preoccuparci della gestione aziendale riguardante tassazione e dichiarazioni del ricavato. Prezzo conveniente e assistenza immediata da più specialisti sono le peculiarità del servizio, permettendoci di dedicare più tempo ai nostri obiettivi.
Sellix Sellix.io
Fidocommercialista lo abbiamo trovato fin da subito chiaro e trasparente, prezzi in linea con il mercato, forse più conveniente di altri, ma la cosa che abbiamo apprezzato è che non c'è nemmeno bisogno di effettuare un preventivo visto che i prezzi sono già pubblicati chiaramente. In aggiunta sono molto presenti, generalmente rispondono alle email in giornata e quando c'è bisogno sono disponibili a conference call.
italian elite italianelite.eu
Professionalità e assistenza, seguono il cliente passo passo non limitandosi ad indicare il mero pagamento di tasse alla scadenza, come capita in altri studi commerciali. Personalmente ci sta seguendo Giacomo, e per il momento possiamo dirci soddisfatti del suo operato.
Irina Volontir Irina Volontir
Professionali, disponibili, pazienti e competenti. Ho disdetto un contratto appena stipulato per passare a FIDOCOMMERCIALISTA
Anna Lupi Anna Lupi

Competenti e sempre disponibili. Ottimo servizio, come in studio dal commercialista di fiducia, ma ancora più veloce dato che sono presenti anche in chat sulla piattaforma. Ho a disposizione tutto quello che mi serve per gestire le mie attività e se ho dei dubbi basta chiedere. Davvero soddisfatta!

Martina Buchetti Martina Buchetti
Sono molto professionali, cordiali e precisi consiglio assolutamente
Nicola Casolani Nicola Casolani

Fissa la tua prima consulenza gratuita

Parla con uno dei nostri Dottori Commercialisti iscrittti all’Albo per una prima consulenza gratuita. Ascolteremo le tue esigenze per darti consigli fiscali sempre aggiornati.
Puoi procedere
Inserisci il tuo nome e il tuo cognome per procedere
Puoi procedere
Inserisci il tuo recapito telefonico per procedere
Puoi procedere
Inserisci la tua email per procedere
Puoi procedere
Imposta una password per procedere
Puoi procedere
Questo campo è obbligatorio
È necessario acconsentire all'informativa sulla Privacy per essere contattato da un nostro Commercialista
(*) campo obbligatorio
Error