ACCEDI INIZIA ORA

Massofisioterapista

APRIRE LA PARTITA IVA E COSTI DI GESTIONE. QUANTE IMPOSTE E CONTRIBUTI DEVE PAGARE UN MASSOFISIOTERAPISTA? COME SI CALCOLA IL REDDITO IMPONIBILE PREVIDENZIALE ED IL REDDITO IMPONIBILE FISCALE?

MASSOFIS PRONTO

Descrizione attività:

Il Massofisioterapista esegue  esclusivamente interventi e trattamenti massoterapici (ovvero pratiche fondate sul massaggio) cui vengono sottoposte alcune regioni del corpo, allo scopo di migliorare le attività biologiche.

CODICE ATECO 86.90.29. – ALTRE ATTIVITA’ PARAMEDICHE INDIPENDENTI N.C.A.

REGIME FISCALE:

NB: Coloro che hanno conseguito il diploma di Massofisioterapista con formazione triennale entro il 17/03/1999 sono equiparati al Fisioterapista con tutti gli adempimenti che ne conseguono.

Nel caso di diploma con formazione triennale ottenuto successivamente al 17/03/1999 nel caso di Regime Contabile Forfettario sarà il seguente:

  • Percentuale di redditività nel regime di flat tax: 78%
  • Gestione previdenziale: gestione separata INPS
  • Iscrivibile come impresa artigiana: NO
  • Iscrizione INAIL: Non dovuta per i professionisti (a meno che non sia in forza personale dipendente con costo massimo annuale nel caso di Regime Forfettario pari a € 20.000)
  • Iscrizione C.C.I.A.A.: NO

Per il Regime Contabile Semplificato cliccare qui.

In base alla Risposta n.8 dell’Agenzia delle Entrate, le spese relative a prestazioni rese da soggetti iscritti nei nuovi “albi  speciali ad esaurimento” sono detraibili a fini IRPEF anche senza prescrizione medica, ma l’esenzione IVA è applicabile solo  dai massofisioterapisti  con titolo di formazione triennale precedente al 17 marzo 1999.

Le prestazioni del massofisioterapista iscritto negli elenchi speciali ad esaurimento previsto nel DM 9 agosto 2019 sono da considerarsi di carattere sanitario ai fini della detraibilità fiscale.

Ti potrebbero interessare anche

FidoNews

Che contributi previdenziali pagano le imprese artigiane iscritte in Camera di Commercio?

Contributi INPS gestione artigiani – quanto e come si deve pagare?

Luca Primieri

19/Ottobre/21

FidoNews

Che contributi previdenziali pagano le imprese iscritte in Camera di Commercio non artigiane?

Contributi INPS gestione commercianti – quanto e come devo pagare?

Luca Primieri

19/Ottobre/21

FidoNews

Società Benefit

Le Società Benefit (SB) possono richiedere entro il 31/12/2021 il riconoscimento di un contributo sotto forma di credito d’imposta nella misura del 50% dei costi di costituzione o trasformazione in società benefit.

Luca Primieri

22/Settembre/21

Start Up Innovativa

Covid: utilizzo del green pass nei luoghi di lavoro

Dal 15 ottobre 2021 i lavoratori devono avere il green pass per accedere nei luoghi di lavoro

Giuseppe Bordoni

21/Settembre/21

FidoNews

Esonero contributi previdenziali per il 2021

Con gli ultimi provvedimenti attuativi è possibile presentare telematicamente la domanda di esonero parziale per l’anno 2021 dal versamento dei contributi previdenziali dovuti dai lavoratori autonomi e dai liberi professionisti

Giacomo Bucaccio

26/Agosto/21

FidoNews

Regime forfettario: aliquota al 5% per i primi 5 anni

In quali casi il contribuente in regime forfettario può beneficiare dell’aliquota ridotta al 5%?

Giacomo Bucaccio

16/Luglio/21

Commercianti

Dichiarazione dei redditi Lavoratore Autonomo in Forfettario

Quando e quanto dovrà pagare un lavoratore autonomo? Cosa aspettarsi dalla dichiarazione dei redditi senza ricevere brutte sorprese?

Giacomo Bucaccio

08/Luglio/21

FidoNews

LA PUBBLICITA' E LE SPONSORIZZAZIONI NELLE A.S.D.

Pubblicità e sponsorizzazioni nelle associazioni sportive dilettantistiche

Fabio Vincitorio

02/Luglio/21

FidoNews

Ditta in regime forfettario con redditività al 78%

Quante imposte e contributi deve pagare una ditta individuale in regime forfettario con redditività al 78%? Come calcolare il reddito imponibile previdenziale e fiscale?

Giacomo Bucaccio

02/Luglio/21

Commercianti