PROMOZIONE BLACK FRIDAY Fino al 30 novembre usa il coupon FIDO per avere 30,50 € di sconto su tutti i nostri abbonamenti
ACCEDI INIZIA ORA

Società Benefit

Vengono definite società benefit ( art. 1 co. 376 L. 208/2015) quelle società che, nell’esercizio di un’attività economica, oltre allo scopo di dividerne gli utili, perseguono una o più finalità di “beneficio comune” e operano in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territori e ambiente, beni e attività culturali e sociali, enti e associazioni o altri portatori di interesse

SOC. BENEFIT

Vengono definite società benefit ( art. 1 co. 376  L. 208/2015) quelle società che, nell’esercizio di un’attività economica, oltre allo scopo di dividerne gli utili, perseguono una o più finalità di “beneficio comune” e operano in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territori e ambiente, beni e attività culturali e sociali, enti e associazioni o altri portatori di interesse.

Possono essere “società benefit”:

  • le società di persone;
  • le società di capitali;
  • le società cooperative.

Le società Benefit, quindi, non costituiscono un genere autonomo con causa propria, ma appartengono alle società tipiche disciplinate dai Titoli V e VI del Libro V del codice civile.

A ciò consegue che le stesse sono soggette integralmente alla disciplina legale del modello societario prescelto, salve unicamente le integrazioni espressamente previste dalla normativa speciale in relazione alle finalità, ulteriori rispetto allo scopo della divisione degli utili, di beneficio comune a favore di determinati soggetti e ambiti.

Una società tra professionisti (STP) può assumere anche la qualifica di società benefit, costituendosi sin dall’inizio come STP società benefit, ovvero modificando il proprio atto costitutivo successivamente .

Sia le società che nascono come società benefit che quelle che decidono di diventare tali, devono, quando intendono utilizzare sul mercato la denominazione di società benefit, indicare nella denominazione sociale la locuzione società benefit o l’acronimo SB, a sottolineare la volontà della società di assoggettarsi alla disciplina delle società benefit. Ai sensi dell’art. 1 co. 380 secondo periodo della L. 208/2015, occorre, fermo quanto disposto dalla disciplina di ciascun tipo di società, individuare uno o più soggetti responsabili cui affidare funzioni e compiti volti al perseguimento delle suddette finalità. L’organo amministrativo è responsabile dell’inosservanza della modalità di gestione fondata sul bilanciamento tra gli interessi coinvolti e della mancata individuazione del responsabile della funzione del perseguimento del beneficio comune.

Per mantenere la propria qualifica, la società annualmente è tenuta a redigere una relazione concernente il perseguimento del beneficio comune. Tale relazione deve essere allegata al bilancio societario e pubblicata sul sito internet della società, ove esistente.

La disciplina delle società benefit al momento non prevede nessun particolare vantaggio di lungo termine in termini fiscali, contributivi o agevolativi.

Occorre però sottolineare che con il Decreto Rilancio è stato riconosciuto un credito d’imposta nella misura del 50 per cento dei costi di costituzione o trasformazione in società benefit, sostenuti a decorrere dal 19.7.2020 al 31.12.2020. La legge di conversione ( L. 21/2021) del DL 183/2020 ( cd Milleproroghe), è intervenuta sulla disciplina del credito d’imposta previsto dall’art. 38 -ter del DL 34/2020 convertito per i costi di costituzione o trasformazione in società benefit, estendendo la possibilità di fruire del bonus anche per i costi sostenuti  fino al 30 giugno 2021.

Perchè scegliere un commercialista online?

Il commercialista online è un professionista che ha saputo sfruttare innovative tecnologie digitali per offrire un servizio su tutto il territorio nazionale e superare le barriere dello studio tradizionale.

Un commercialista online opera esclusivamente su internet e svolge ovviamente tutti i compiti di un commercialista classico, con degli enormi vantaggi per il cliente. Il servizio:

  • è più comodo – non dovrai recarti dal consulente ma potrai contattarlo ovunque ti trovi via chat, telefono o video-call.
  •  la qualità del servizio è migliore perché l’utilizzo di avanzate tecnologie ti permette di avere una dashboard in grado di monitorare l’andamento della tua attività in tempo reale e di ricevere assistenza in qualsiasi momento.
  • ha un prezzo più competitivo – infatti l’utilizzo della tecnologia permette al commercialista online di avere costi più bassi nei servizi offerti e di conseguenza può garantire ai propri clienti un costo molto più competitivo di un commercialista offline

 

Fidocommercialista con la sua piattaforma innovativa e un team di consulenti ed esperti contabili permette ai propri clienti di far risparmiare tempo e denaro garantendo un’elevatissima qualità del servizio offerto.

I servizi offerti sono da Fidocommercialista sono:

  • Consulente fiscale dedicato con cui interagire durante la giornata ponendogli qualsiasi quesito in materia fiscale.
  • Gestione economica e finanziaria grazie alla nostra dashboard con indici aggiornati in tempo reale in grado di monitorare l’andamento della propria attività e controllare scadenze di incassi e pagamenti in qualsiasi momento.
  • Software di fatturazione, se non hai un software di fatturazione te lo diamo noi compreso nel prezzo, se invece già utilizzi un software di fatturazione e non intendi cambiarlo ci integriamo facilmente con il tuo.
  • Archiviazione documentale, uno spazio online su cui poter mettere tutti i documenti inerenti la propria attività professionale.

Ti potrebbero interessare anche

FidoNews

Black Friday 2021 con FidoCommercialista

Il Black Friday sta arrivando per FidoCommercialista: acquista entro il 30/11/2021 e beneficierai di uno sconto!

Giacomo Bucaccio

12/Novembre/21

FidoNews

Che contributi previdenziali pagano le imprese artigiane iscritte in Camera di Commercio?

Contributi INPS gestione artigiani – quanto e come si deve pagare?

Luca Primieri

19/Ottobre/21

FidoNews

Che contributi previdenziali pagano le imprese iscritte in Camera di Commercio non artigiane?

Contributi INPS gestione commercianti – quanto e come devo pagare?

Luca Primieri

19/Ottobre/21

FidoNews

Società Benefit

Le Società Benefit (SB) possono richiedere entro il 31/12/2021 il riconoscimento di un contributo sotto forma di credito d’imposta nella misura del 50% dei costi di costituzione o trasformazione in società benefit.

Luca Primieri

22/Settembre/21

Start Up Innovativa

Covid: utilizzo del green pass nei luoghi di lavoro

Dal 15 ottobre 2021 i lavoratori devono avere il green pass per accedere nei luoghi di lavoro

Giuseppe Bordoni

21/Settembre/21

FidoNews

Esonero contributi previdenziali per il 2021

Con gli ultimi provvedimenti attuativi è possibile presentare telematicamente la domanda di esonero parziale per l’anno 2021 dal versamento dei contributi previdenziali dovuti dai lavoratori autonomi e dai liberi professionisti

Giacomo Bucaccio

26/Agosto/21

FidoNews

Regime forfettario: aliquota al 5% per i primi 5 anni

In quali casi il contribuente in regime forfettario può beneficiare dell’aliquota ridotta al 5%?

Giacomo Bucaccio

16/Luglio/21

Commercianti

Dichiarazione dei redditi Lavoratore Autonomo in Forfettario

Quando e quanto dovrà pagare un lavoratore autonomo? Cosa aspettarsi dalla dichiarazione dei redditi senza ricevere brutte sorprese?

Giacomo Bucaccio

08/Luglio/21

FidoNews

Ditta in regime forfettario con redditività al 78%

Quante imposte e contributi deve pagare una ditta individuale in regime forfettario con redditività al 78%? Come calcolare il reddito imponibile previdenziale e fiscale?

Giacomo Bucaccio

02/Luglio/21

Commercianti