ACCEDI INIZIA ORA

Guida al regime semplificato dei lavoratori autonomi

Il regime semplificato dei lavoratori autonomi è un regime alternativo al regime di flat tax se è conseguito da una soggetto singolo non associato e il fatturato annuale non è superiore a 65.000 euro. È quindi molto importante per il lavoratore autonomo con fatturato non superiore a 65.000 euro scegliere il regime fiscale più conveniente al fine di ridurre il carico delle imposte da pagare ogni anno.

Guida al regime semplificato per lavoratori autonomi

Introduzione

Il regime semplificato dei lavoratori autonomi è un regime alternativo al regime di flat tax se è conseguito da una soggetto singolo non associato e il fatturato annuale non è superiore a 65.000 euro. È quindi molto importante per il lavoratore autonomo con fatturato non superiore a 65.000 euro scegliere il regime fiscale più conveniente al fine di ridurre il carico delle imposte da pagare ogni anno.

Chi può accedere al Regime Semplificato dei lavoratori autonomi?

Può accedere al regime semplificato:

  1. Il lavoratore autonomo o gli studi associati. Le imprese individuali e le società  applicano il regime semplificato delle imprese che è diverso da quello dei lavoratori autonomi.
  2. Hanno conseguito proventi non superiori a 400.000 euro.

Il regime semplificato come funziona?

Nel regime semplificato il reddito di lavoro autonomo si determina con il principio delle fatture incassate e delle spese pagate. In questo caso il reddito sarà determinato da tutte le fatture incassate e spese pagate nell’anno.

Il reddito di lavoro autonomo così calcolato confluirà nel reddito complessivo del lavoratore autonomo o dello studio associato insieme agli altri redditi quali ad esempio il reddito di lavoro dipendente, il reddito dei fabbricati che non sono tassati con la cedolare, i diritti di autore, le collaborazioni occasionali, etc.).

Ritenuta di acconto sulle fatture emesse dal professionista

Sulle fatture che il lavoratore autonomo o lo studio associato emettono ai propri clienti che non sono privati si applica una ritenuta d’acconto del 20%. La ritenuta d’acconto è una somma che viene trattenuta dal cliente nel momento in cui paga la fattura. La somma che il lavoratore autonomo o lo studio associato non incassano (il 20% dell’imponibile) verrà certificata come somma trattenuta e versata allo stato e pertanto potrà essere detratta dal lavoratore autonomo o dallo studio associato dalle imposte da pagare con la dichiarazione dei redditi.

Ti potrebbero interessare anche

FidoNews

Che contributi previdenziali pagano le imprese artigiane iscritte in Camera di Commercio?

Contributi INPS gestione artigiani – quanto e come si deve pagare?

Luca Primieri

19/Ottobre/21

FidoNews

Che contributi previdenziali pagano le imprese iscritte in Camera di Commercio non artigiane?

Contributi INPS gestione commercianti – quanto e come devo pagare?

Luca Primieri

19/Ottobre/21

FidoNews

Società Benefit

Le Società Benefit (SB) possono richiedere entro il 31/12/2021 il riconoscimento di un contributo sotto forma di credito d’imposta nella misura del 50% dei costi di costituzione o trasformazione in società benefit.

Luca Primieri

22/Settembre/21

Start Up Innovativa

Covid: utilizzo del green pass nei luoghi di lavoro

Dal 15 ottobre 2021 i lavoratori devono avere il green pass per accedere nei luoghi di lavoro

Giuseppe Bordoni

21/Settembre/21

FidoNews

Esonero contributi previdenziali per il 2021

Con gli ultimi provvedimenti attuativi è possibile presentare telematicamente la domanda di esonero parziale per l’anno 2021 dal versamento dei contributi previdenziali dovuti dai lavoratori autonomi e dai liberi professionisti

Giacomo Bucaccio

26/Agosto/21

FidoNews

Regime forfettario: aliquota al 5% per i primi 5 anni

In quali casi il contribuente in regime forfettario può beneficiare dell’aliquota ridotta al 5%?

Giacomo Bucaccio

16/Luglio/21

Commercianti

Dichiarazione dei redditi Lavoratore Autonomo in Forfettario

Quando e quanto dovrà pagare un lavoratore autonomo? Cosa aspettarsi dalla dichiarazione dei redditi senza ricevere brutte sorprese?

Giacomo Bucaccio

08/Luglio/21

FidoNews

LA PUBBLICITA' E LE SPONSORIZZAZIONI NELLE A.S.D.

Pubblicità e sponsorizzazioni nelle associazioni sportive dilettantistiche

Fabio Vincitorio

02/Luglio/21

FidoNews

Ditta in regime forfettario con redditività al 78%

Quante imposte e contributi deve pagare una ditta individuale in regime forfettario con redditività al 78%? Come calcolare il reddito imponibile previdenziale e fiscale?

Giacomo Bucaccio

02/Luglio/21

Commercianti