Pubblicato il 11 Mar 2021

Compatibilità tra Regime Forfettario e lavoro dipendente (limite 30.000€)

Limiti previsti per il regime forfettario

Il regime forfettario è in genere la scelta più conveniente per le piccole attività, con fatturato inferiore ad € 65.000 (da calcolarsi pro rata temporis) e costo per lavoro dipendente inferiore ad € 20.000 nell’anno precedente.
Si ricordano di seguito ulteriori cause di esclusione (come riepilogate sul sito dell’Agenzia delle Entrate).

Cause di esclusione dal regime forfettario

Non possono accedere al regime forfettario:

  • le persone fisiche che si avvalgono di regimi speciali ai fini Iva o di regimi forfetari di determinazione del reddito
  • i non residenti, ad eccezione di coloro che risiedono in uno degli Stati membri dell’Unione europea o in uno Stato aderente all’Accordo sullo Spazio economico europeo che assicuri un adeguato scambio di informazioni e che producono in Italia almeno il 75% del reddito complessivamente realizzato
  • i soggetti che effettuano, in via esclusiva o prevalente, operazioni di cessione di fabbricati o porzioni di fabbricato, di terreni edificabili o di mezzi di trasporto nuovi
  • gli esercenti attività d’impresa, arti o professioni che partecipano contemporaneamente a società di persone, associazioni professionali o imprese familiari ovvero che controllano direttamente o indirettamente società a responsabilità limitata o associazioni in partecipazione, le quali esercitano attività economiche direttamente o indirettamente riconducibili a quelle svolte individualmente
  • le persone fisiche la cui attività sia esercitata prevalentemente nei confronti di datori di lavoro con i quali sono in corso rapporti di lavoro o erano intercorsi rapporti di lavoro nei due precedenti periodi d’imposta ovvero nei confronti di soggetti direttamente o indirettamente riconducibili a tali datori di lavoro, fatta eccezione per chi inizia una nuova attività dopo aver svolto il periodo di pratica obbligatoria ai fini dell’esercizio di arti o professioni
  • coloro che nell’anno precedente hanno percepito redditi di lavoro dipendente e/o assimilati di importo superiore a 30.000 euro, tranne nel caso in cui il rapporto di lavoro dipendente nell’anno precedente sia cessato (sempre che in quello stesso anno non sia stato percepito un reddito di pensione o un reddito di lavoro dipendente derivante da un altro rapporto di lavoro).

Compatibilità tra regime forfettario e reddito da lavoro dipendente

Riguardo all’ultimo punto, la legge di riferimento all’Articolo 1 Comma 111 afferma infatti  (tra l’altro) che:
non possono accedere al regime forfettario «i soggetti che nell’anno precedente hanno percepito redditi di lavoro dipendente e redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente, di cui rispettivamente agli articoli 49 e 50 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, eccedenti l’importo di 30.000 euro; la verifica di tale soglia è irrilevante se il rapporto di lavoro è cessato»;
Non può sfuggire che la verifica del superamento del limite dei 30.000 euro non è richiesta in caso di cessazione del rapporto di lavoro e che la norma non dispone affatto che la cessazione debba essere avvenuta entro il 31 Dicembre dell’anno precedente.

Interpretazione Agenzia delle Entrate

La successiva Circolare dell’Agenzia delle Entrate n.10/E del 2016 in riferimento allo stesso limite aggiunge che tale requisito «non opera se il rapporto di lavoro dipendente è cessato nel corso dell’anno precedente».
Con questa Circolare l’Agenzia delle Entrate limita l’applicazione del Regime Forfettario al contribuente che abbia cessato entro il 31 Dicembre il rapporto di lavoro dipendente che ha prodotto un reddito lordo superiore a 30.000€ .
Tale interpretazione appare restrittiva rispetto alla legge di riferimento e svantaggiosa per il contribuente.
Pur trattandosi di documento di prassi e come tale non avente valore di legge, riteniamo consigliabile il rispetto di tale requisito, e quindi sconsigliamo l’accesso al regime forfettario se il rapporto di lavoro dipendente che ha prodotto un reddito lordo > € 30.000 non è cessato entro il 31 Dicembre dell’anno precedente.

Analizziamo un esempio

Il Sig. Tizio ed il Sig. Caio svolgono entrambi attività di infermiere come dipendenti presso la ASL X.
Il reddito lordo percepito come lavoratori dipendenti è per entrambi pari a 32.500€ all’anno.
Non soddisfatti della loro retribuzione decidono di proseguire la loro attività come liberi professionisti. Il Sig. Tizio si licenzia il 31 Dicembre ed il Sig. Caio si licenzia 2 giorni più tardi.
Pochi mesi dopo sono entrambi pronti ad avviare l’attività come liberi professionisti.
Stando all’interpretazione letterale del testo di legge entrambi possono accedere al regime forfettario, avendo cessato il rapporto di lavoro dipendente (che ha prodotto un reddito lordo superiore a 30.000€ ) prima dell’apertura della p.i.
Stando invece all’interpretazione dell’Agenzia delle Entrate, Tizio potrà beneficiare del Regime Forfettario, Caio dovrà scegliere il Regime Semplificato, pur avendo avuto entrambi lo stesso reddito da lavoro dipendente nell’anno precedente.
Auspichiamo un nuovo intervento dell’Agenzia delle Entrate, volto ad interpretare la norma in maniera strettamente letteraria e meno penalizzante per alcuni contribuenti.

Semplificazioni previste per il regime forfettario

  • Semplificazione ai fini IVA: I contributi in regime forfettario non addebitano l’Iva in fattura ai propri clienti e non detraggono l’iva sugli acquisti. Non liquidano l’imposta, non la versano, non sono obbligati a presentare la dichiarazione e la comunicazione annuale Iva.
  • Esonero dagli obblighi contabili (fermo restando l’obbligo di tenere e conservare i registri previsti da disposizioni diverse da quelle tributarie)
  • Non applicano gli studi di settore (nuovi ISA)
  • Non operano le ritenute alla fonte, pur essendo obbligati a indicare in dichiarazione il codice fiscale del soggetto a cui sono stati corrisposti emolumenti
  • Non subiscono le ritenute, in ragione dell’esiguità della misura dell’imposta sostitutiva

Al seguente link sono riepilogati i principali adempimenti per i contribuenti in regime forfettario.

Per ulteriori informazioni sul regime forfettario cliccare qui.

 

Articoli correlati

Obbligo fattura elettronica forfettario - 1 luglio 2022

Obbligo forfettari fatturazione elettronica forfettario – 1 luglio 2022…
Artigiani regime conveniente

Artigiani - Regime semplificato o regime forfettario?

Scelta del regime fiscale per gli artigiani. È più…
Fidocommercialista

Quanti contributi previdenziali pagano le imprese artigiane iscritte in Camera di Commercio?

Contributi INPS gestione artigiani - quanto e come si…
Fidocommercialista

Che contributi previdenziali pagano le imprese artigiane iscritte in Camera di Commercio?

Contributi INPS gestione artigiani - quanto e come si…
Fidocommercialista

Quanti contributi previdenziali pagano le imprese iscritte alla gestione INPS Commercianti

Contributi INPS gestione commercianti - quanto e come devo…
Forfettario requisiti dipendente

Compatibilità tra Regime Forfettario e lavoro dipendente (limite 30.000€)

IN QUALI CASI IL REGIME FORFETTARIO E' COMPATIBILE CON…
Fattura elettronica bis

Fatturazione elettronica – cosa cambia dal 1 gennaio 2021

Dal 1° gennaio 2021 cambiano obbligatoriamente alcuni elementi che…
Limite fatturato forfettari

Il limite di fatturato in Forfettario pro rata temporis

Per i contribuenti che hanno aperto la Partita Iva…
quanto costa aprire partita iva

Quanto costa aprire una Partita Iva nel 2022?

L'apertura della tua Partita Iva è gratuita con FidoCommercialista…
consulenza commercialista online

Consulenza del Commercialista Online

FidoCommercialista: la scelta migliore per la consulenza online da…
Servizio perfetto, sempre disponibili, precisi ed esaustivi. Al contrario degli altri commercialisti online loro sono veri commercialisti e non consulenti. Super consigliato!
Adem Hoxha
Fido commercialista è un servizio veramente incredibile e lo consiglio vivamente a tutti. I prezzi sono in linea con la normalità e il servizio è veramente ottimo: intanto hai una piattaforma che ti permette di gestire al meglio tutta la contabilità e si guadagna in salute mentale. Il servizio di fatturazione elettronica è incluso e anche la firma digitale. Il professionista che ci è stato assegnato (Nicola Primieri) è estremamente preparato e sempre disponibile e gentile a seguire le nostre esigenze e/o a risolvere eventuali dubbi.
Melissa D'Ambrosio
Ho avuto modo di provare alcuni servizi di FidoCommercialista, e sono rimasto particolarmente soddisfatto. Pur essendo la contabilità gestita online, si viene affidati a un Commercialista e ci si trova a parlare sempre con lo stesso professionista (fattore che ritengo importantissimo)...
Massimiliano De Stefani
Un'equipe di ottimi professionisti, gentili, pazienti, preparati e sempre pronti a fornire consigli e risposte. Servizio impeccabile di consulenza immediata. Non avrete bisogno di ricordarvi le scadenze fiscali, ci pensano loro e se non hanno un riscontro immediato dal cliente, insistono finché questo non esegue il suo compito. Sempre e comunque al suo fianco per ogni necessità.
Lorella Mantino
Fidocommercialista è un servizio davvero utile ed estremamente efficace. Posso sempre contare sul supporto di un team di commercialisti preparati e disponibili che segnalano criticità ed opportunità in maniera tempestiva. In più ho un commercialista del team assegnato a me a cui posso sempre rivolgermi per qualsiasi problematica ed è velocemente raggiungibile da remoto via mail o organizzando un incontro in videoconferenza.
verdinelli Francesco Verdinelli
Grazie a FidoCommercialista non dobbiamo più preoccuparci della gestione aziendale riguardante tassazione e dichiarazioni del ricavato. Prezzo conveniente e assistenza immediata da più specialisti sono le peculiarità del servizio, permettendoci di dedicare più tempo ai nostri obiettivi.
Sellix Sellix.io
Fidocommercialista lo abbiamo trovato fin da subito chiaro e trasparente, prezzi in linea con il mercato, forse più conveniente di altri, ma la cosa che abbiamo apprezzato è che non c'è nemmeno bisogno di effettuare un preventivo visto che i prezzi sono già pubblicati chiaramente. In aggiunta sono molto presenti, generalmente rispondono alle email in giornata e quando c'è bisogno sono disponibili a conference call.
italian elite italianelite.eu
Professionalità e assistenza, seguono il cliente passo passo non limitandosi ad indicare il mero pagamento di tasse alla scadenza, come capita in altri studi commerciali. Personalmente ci sta seguendo Giacomo, e per il momento possiamo dirci soddisfatti del suo operato.
Irina Volontir Irina Volontir
Professionali, disponibili, pazienti e competenti. Ho disdetto un contratto appena stipulato per passare a FIDOCOMMERCIALISTA
Anna Lupi Anna Lupi

Competenti e sempre disponibili. Ottimo servizio, come in studio dal commercialista di fiducia, ma ancora più veloce dato che sono presenti anche in chat sulla piattaforma. Ho a disposizione tutto quello che mi serve per gestire le mie attività e se ho dei dubbi basta chiedere. Davvero soddisfatta!

Martina Buchetti Martina Buchetti
Sono molto professionali, cordiali e precisi consiglio assolutamente
Nicola Casolani Nicola Casolani

Fissa la tua prima consulenza gratuita

Parla con uno dei nostri Dottori Commercialisti iscrittti all’Albo per una prima consulenza gratuita. Ascolteremo le tue esigenze per darti consigli fiscali sempre aggiornati.
Puoi procedere
Inserisci il tuo nome e il tuo cognome per procedere
Puoi procedere
Inserisci il tuo recapito telefonico per procedere
Puoi procedere
Inserisci la tua email per procedere
Puoi procedere
Imposta una password per procedere
Puoi procedere
Questo campo è obbligatorio
È necessario acconsentire all'informativa sulla Privacy per essere contattato da un nostro Commercialista
(*) campo obbligatorio
Error